Pesche sciroppate della nonna

Pesche sciroppate della nonna

Le pesche sciroppate della nonna, sono semplici e molto gustose, da godersele a fine pasto o come sano e nutriente merenda.

pesche sciroppate della nonna-3

Oggi si celebra la Giornata Nazionale delle Pesche Sciroppate evento promosso da Aifb. L’ambasciatrice di oggi è Francesca Lucisano di Le mille e una bontà di Franci.

Banner Calendario

Le pesche sciroppate della nonna son sempre state un must a casa mia! Da quando ho conosciuto mio marito, non facciamo altro che farcele spedire da Torino perché senza non si può stare. Nessuno ha mai provato a replicarle, è sempre stato suo il compito di farle, ogni anno da non so quanto tempo. Con l’avvento di questa giornata, però, mi son fatta dare la ricetta e mi sono messa all’opera. Non sono assolutamente complicate e il risultato è davvero soddisfacente.

PESCHE SCIROPPATE DELLA NONNA

Ingredienti (per un barattolo da 500 ml):

  • 1 kg di pesche mature (non le pesche noci)
  • 1 lt di acqua
  • 500 g di zucchero semolato
  • 1 limone

Preparazione:

  1. Per prima cosa sterilizzate il barattolo per una ventina di minuti insieme al coperchio. Nel frattempo sbucciate le pesche e passatele in un po’ di acqua e limone per evitare che anneriscano. Adagiatele su un piatto.
  2. In un’ampia pentola fate bollire l’acqua con lo zucchero e non appena compariranno le prime bolle, immergete le pesche e cuocetele per 10 minuti circa.
  3. Con un mescolo forato, scolatele e sgocciolatele e sistematele all’interno del barattolo. Coprite con un po’ di sciroppo rimasto e chiudete ermeticamente. Mettete il vasetto a testa in giù e aspettate che vada sotto vuoto.
  4. Servite le pesche sciroppate della nonna circa quindici giorni dopo che le avete invasate. Io le ho dovute nascondere altrimenti il marito le avrebbe divorate subito! 😛

pesche sciroppate della nonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *